L’inquinamento ambientale rappresenta un problema concreto sia per noi che per le generazioni future, a tal fine è obbligatorio per tutti fare il possibile per limitare l’uso di sostanze inquinanti e soprattutto limitare gli sprechi.

In una scia ecologica non si può non pensare di impegnarsi su ogni fronte e soprattutto nella realizzazione di un nuovo giardino.

Le strade da seguire sono tante, primo tra tutto ridurre i consumi di acqua e l’uso di prodotti fitosanitari, utilizzo di materiali biodegradabili.

Questo è possibile ottenerlo attraverso la realizzazione di un giardino che mantenga le caratteristiche tipiche del paesaggio circostante con l’uso di piante autoctone o tali da inserirsi in questo micro habitat senza creare interferenze alcune.

Diventa indispensabile individuare essenze xerophitiche e caratterizzate da elevata resistenza alle patologie.

La nuova frontiera del giardinaggio ecosostenibile e biosostenibile, viene incarnata dallo xeroscaping (ottenuto per la combinazione della parola greca xeros “asciutto” con all’inglese landscaping “gestione del paesaggio”) basato sulla gestione del terreno e del paesaggio al fine di risparmiare acqua.

Vengono scelte piante che hanno richieste d’acqua più consone ed appropriate al clima locale, e vengono adoperate strategie atte a ridurre la perdita di acqua sia per evaporazione che per filtrazione, che per dilavamento o per erosione.

Tra le operazioni di maggiore importanza ritroviamo inoltre un accurata e capillare lotta alle infestanti, alla base di una competizione spietata sia per l’acqua che per gli elementi nutritivi.

Contatta Zizzi Vivai Puglia per ulteriori informazioni.